Corso Ippocrate

INTRODUZIONE

In coerenza con i principi fondamentali del PTOF, sulla scia di una lunga tradizione di progettualità innovativa e sensibile alle esigenze dell’utenza, il Liceo Classico “Giovanni Meli” ha arricchito la propria offerta formativa attivando un nuovo percorso di studi: il Liceo Classico Ippocrate.

Nella consapevolezza che la formazione del Liceo Classico consente il proseguimento degli studi in tutti gli indirizzi universitari, anche quelli scientifici, con questo corso il Liceo Meli vuole offrire agli studenti la possibilità di prepararsi in modo ancora più specifico per affrontare i corsi di laurea del settore scientifico e, in particolare, quello biomedico, e di sviluppare le competenze della ricerca scientifica.

Il piano di studi del Liceo Classico tradizionale viene ampliato e arricchito con il potenziamento delle discipline chimico-biologiche, biomediche e logico-matematiche. Inoltre, nel corso dei cinque anni, sia durante le ore curriculari di inglese in cui si esercitano nella produzione di articoli in lingua straniera sia grazie alla partecipazione attiva a congressi e meeting di varia natura, gli studenti apprendono l’inglese scientifico, fondamentale tanto per lo studio delle materie universitarie veicolate in lingua inglese, quanto per la lettura delle riviste scientifiche del settore biomedico e scientifico.

In Scienze, Matematica e Fisica (anticipata al secondo anno) i programmi sono articolati in maniera da dare ampio spazio alle tematiche previste sia dai programmi di ammissione ai corsi di laurea sia da quelli delle materie universitarie, quali ad esempio anatomia, biochimica, biologia, biostatistica, chimica organica e inorganica, fisica, fisiologia, genetica, microbiologia, patologia, e così via.

Le Scienze motorie e sportive, attraverso una programmazione integrata con la Biologia e la Chimica, curano lo studio di alcuni aspetti della medicina, anche quella specifica dello sport e della educazione alla salute, proponendo laboratori di attività fisiche per sperimentare e valutare il funzionamento del corpo umano.

Tutte le discipline mirano allo sviluppo della logica, comprese le lingue classiche attraverso l’approccio analitico-sintetico e logico-matematico del vertere, e prevedono verifiche strutturate sul modello dei test universitari. Viene privilegiata la didattica di tipo laboratoriale, il problem posing and solving e il cooperative learning al fine di sviluppare le competenze di ricerca e di lavoro in team. Gli studenti sono coinvolti in un processo di ricerca sostanziato dalla metodologia dell’inquiry based learning.

Tutte le discipline, nella loro specificità, sviluppano in maniera trasversale tematiche di interesse scientifico con occhio attento alle più recenti scoperte ed innovazioni in campo scientifico e tecnologico.

Una didattica pluridisciplinare mira allo sviluppo di competenze trasversali. In tutte le discipline viene privilegiato un approccio socio-antropologico ai temi della “malattia” e della “salute”. Nelle discipline linguistiche viene prestata attenzione al lessico scientifico, attraverso l’analisi etimologica, e alla letteratura scientifica, curando la lettura di testi classici che trattano temi afferenti all’ambito biomedico, senza tuttavia trascurare approfondimenti sugli studi di neuroscienza applicati alla linguistica. In Filosofia e Storia viene dato spazio alla storia della medicina e del pensiero medico-scientifico. La Storia dell’arte affronta la corporeità e lo studio anatomico; approfondisce anche lo studio della figura umana nelle diverse età e nei diversi linguaggi artistici, cogliendo la riproduzione del corpo dell’uomo tra realismo, idealizzazione e deformazione espressiva. In particolare, è evidenziato il rapporto tra arte, anatomia e morfologia. All’interno del percorso sono attivati moduli di acquisizione degli elementi di rappresentazione grafica, incentrati sulla visione generale delle proporzioni scheletriche, delle strutture anatomiche e sulla costruzione della figura.

Nel corso dei cinque anni sono proposti corsi extracurricolari per il conseguimento delle certificazioni in lingua inglese, lingua d’elezione della ricerca scientifica, mentre al quarto e al quinto anno la testistica, ossia le simulazioni d’esame per l’accesso ai corsi di laurea a numero programmato.

Con questo nuovo indirizzo gli studenti possono acquisire, quindi, la preparazione di base richiesta dal piano di studi degli indirizzi universitari del settore biomedico e scientifico, ma anche le conoscenze e le competenze necessarie per affrontare l’accesso ai corsi di laurea a numero programmato.

Accanto ad una valida e profonda formazione specialistica e scientifica (che sopperisca alle mancanze contenutistiche rispetto al Liceo Scientifico), il corso Ippocrate non perde di vista una formazione umanistica e umana (peculiarità del Liceo Classico) attraverso lo studio dei classici, che pongono al centro la riflessione sull’uomo. Una formazione, quindi, che è anche valoriale e morale, mirata ad una crescita e ad una consapevolezza etica di un futuro scienziato in senso largo, e, nello specifico, medico, attento non solo al caso clinico, ma anche all’uomo, al paziente, che è proprio (giusto per insistere con l’etimologia) colui che soffre e che ha bisogno di un approccio umano.

Il Liceo Classico Ippocrate si prefigge di:

  • arricchire la formazione classica integrando il sapere umanistico con quello scientifico
  • acquisire conoscenze e competenze specifiche nel settore biomedico e scientifico in generale, anche nel campo della ricerca
  • operare una scelta più consapevole degli studi universitari
  • acquisire la preparazione di base richiesta dal piano di studi degli indirizzi universitari del settore biomedico e scientifico
  • acquisire le conoscenze e le competenze necessarie per affrontare l’accesso ai corsi di laurea a numero programmato
  • approcciarsi in maniera critica alle attuali problematiche di natura medica, biologica, etica e ambientale
  • acquisire un metodo di studio valido e sviluppare il ragionamento critico

Il Liceo Classico Ippocrate offre una formazione completa che consente l’accesso a qualsiasi indirizzo universitario, ma è rivolto in particolare ai giovani che già all’età di 13-14 anni manifestano interesse per il settore scientifico e biomedico e che, pertanto, intendono acquisire le competenze di base necessarie per proseguire gli studi nei seguenti corsi di laurea:

  • MEDICINA: Medicina, Odontoiatria, Veterinaria, Professioni Sanitarie;
  • SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI: Matematica, Fisica (indirizzi Biofisica e Fisica Medica), Chimica, Farmacia, Scienze Biologiche, Biotecnologie, Scienze Naturali, Scienze dell’Alimentazione …
  • INGEGNERIA: Ingegneria Chimica, Ingegneria Biomedica
  • ECONOMIA: Economia Sanitaria
  • Tutti gli altri corsi di laurea

Per quanto concerne le discipline logico-matematiche, viene dedicata un’ora settimanale aggiuntiva al primo anno per la trattazione degli argomenti oggetto dei test di ammissione all’Università e delle prove preselettive dei concorsi pubblici, in particolare il ragionamento critico, la logica numerica, il problem solving, il ragionamento astratto e le capacità visive. L’approccio laboratoriale alla disciplina permette l’acquisizione di competenze logiche e di ragionamento induttivo-deduttivo trasversali, che promuovono negli studenti la capacità di sintesi, rielaborazione ed analisi critica.

Alla Logica vengono dedicate anche due ore settimanali al terzo anno, in cui si tratta il calcolo combinatorio e la probabilità, ed altre due ore settimanali nella prima parte del quinto anno, che è dedicata all’allenamento sulle prove ufficiali dei test di ammissione a Medicina, Scienze ed Ingegneria.

Grazie al potenziamento della Fisica con ore aggiuntive di “Laboratorio di Fisica” (un’ora al secondo anno e due ore al quarto anno) vengono sviluppate anche competenze di Informatica e di Statistica, in particolare acquisizione ed analisi statistica di dati sperimentali, con l’utilizzo pure di software di analisi e sensori digitali di ultima generazione. In questo modo gli studenti acquisiscono gli strumenti necessari per gestire l’informatizzazione in campo medico-sanitario e nella ricerca scientifica in generale. Oltre a ciò, è previsto lo studio della Fisica Moderna (relatività ristretta e meccanica quantistica) al quinto anno, grazie anche alla strumentazione sperimentale del Laboratorio di Fisica e alla collaborazione di esperti esterni dell’Università.

Il potenziamento delle discipline chimico-biologiche al primo biennio, con due ore settimanali aggiuntive, approfondisce i temi della Microbiologia e della Cinetica Chimica non solo dal punto di vista teorico ma anche e soprattutto con un approccio laboratoriale.

Al secondo biennio, sempre con due ore settimanali aggiuntive, vengono trattate le discipline biomediche e viene approfondita la Chimica. Per quanto riguarda le discipline biomediche, sono trattati i seguenti argomenti: l’istologia, l’anatomia, la fisiologia, la genetica, il sistema nervoso, le neuroscienze e il sistema endocrino. La Chimica viene approfondita anche e soprattutto con attività laboratoriali che riguardano la spettroscopia, la periodicità degli elementi, la teoria del legame di valenza, l’equilibrio chimico e l’elettrochimica.

Infine, al quinto anno, è previsto un Laboratorio di Biotecnologie e di Genetica forense, oltre all’esercitazione ai test ufficiali degli anni passati per l’accesso a Medicina, Scienze ed Ingegneria.

Per la realizzazione delle attività didattiche, laboratoriali e di PCTO il Liceo Meli collaborerà con i Dipartimenti dell’Ateneo di Palermo, il CNR e Associazioni/Enti che operano nel settore scientifico e biomedico.

Riguardo ai percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento (PCTO, ex Alternanza Scuola Lavoro) sono previsti seminari, tirocini e stage presso Dipartimenti dell’Università di Palermo, Strutture Sanitarie del territorio, Farmacie e Laboratori di Analisi Cliniche. Queste attività permettono agli studenti di sperimentare direttamente sul campo quanto studiato a scuola, in aula o in laboratorio, e di trattare alcuni temi scientifici da un punto di vista sperimentale e accademico. Il potenziamento delle discipline biomediche viene peraltro integrato, al quinto anno, con un corso di Primo Soccorso.

REQUISITO MINIMO DI ACCESSO: livello B/Intermedio in “competenza matematica e competenze di base in scienza e tecnologia” nella certificazione delle competenze.

In caso di esubero di iscrizioni si procede:

  1. ad una graduatoria di merito sulla base del livello A/B in “competenza matematica e competenze di base in scienza e tecnologia” nella certificazione delle competenze
  2. a parità di livello, al sorteggio

La quota annuale di iscrizione di € 300,00, stabilita dal Consiglio di Istituto, è utilizzata per garantire l’offerta formativa aggiuntiva prevista dal curricolo del Liceo Classico Ippocrate:

  • docenza (ore eccedenti) dei docenti interni al primo biennio
  • docenza degli esperti esterni al triennio
  • attività extracurriculari e laboratori a scuola
  • attività PCTO
  • visite guidate di carattere scientifico
  • seminari scientifici con esperti dell’Università e dei Centri di ricerca
  • seminari sul metodo di studio e sulla metacognizione
  • strumentazione e materiali per i laboratori di fisica e scienze
  • reagenti chimici e vetreria per le attività di laboratorio
  • materiale vario per le attività scientifiche
  • arredi e dotazioni tecnologiche per i laboratori e per le aule del corso Ippocrate
  • camici
  • organizzazione e gestione del corso

Prof.ssa Roberta Rizzo: roberta.rizzo@liceomelipalermo.it